Clotilde
L'IPPOPOTAMO BIONDO
Show MenuHide Menu

e io pago…

September 21, 2012

Questo stato è incredibile, ed ancora più incredibili i suoi abitanti.

Continuiamo a fronteggiare situazioni “particolari”, a calarci le mutande, a subire abusi, a dare retta al primo che parla solo perchè gira con il macchinone, a pagare tasse su tasse e le sovrattasse, a farci prendere per il naso dalle PA e dai nostri governatori che a loro volta si fanno infinocchiare da quelli con i soldi che li fanno infinocchiando i nostri governatori, continuiamo a sottostare a leggi incomprensibili stilate sulla base di norme rislaenti all’era neolitica, a litigare con passaggi burocratici resi sempre più complessi con la scusa di semplificarli (aridatece la DIA!!! ndarch), continuiamo a sottostare alla legge del più forte dove “il più forte” è quello senza documenti e invisibile alla società,  a pagare per gli errori di altri, a sacrificare i nostri sforzi per aiutare lo stato e vedere i nostri sforzi vanificati con acquisti impossibili (l’infinocchiamento di cui sopra per l’appunto)

e nessuno dice niente! tutti contenti davanti al loro televisore a vedere format ormai tutti uguali in cui vengono riflesse le vite monotone e squallide dell’italiano medio, dove viene esaltata l’importanza dell’ apparire e non della sostanza. Tutti comodi sulla loro sdraia al sole su una spiaggetta a mo’ di bistecchiera, tutti soddisfatti della loro supermacchina acquistata con prestiti improbabili che ricadranno sui figli. Stanno tutti bene così, perchè hanno tutto, ma tutto che? tutto cosa, che quello che abbiamo è finto, possibile che nessuno abbia ancora capito che viviamo in una realtà effimera? che ci stanno togliendo anche l’ultima zampa della sedia su cui stiamo in equilibrio? che stiamo continuando a mettere del nostro e qualcun’altro lo usa per divertirsi? possibile che la gente non abbia voglia di ribellarsi a tutto questo? siamo così pecoroni? così insulsi? così poveri di amor proprio?

la mia conclusione è sì, e soprattutto non siamo in grado di vedere oltre il nostro naso. Siamo limitati ed egoisti. Affonderemo in maniera molto dolorosa, ma ce lo siamo meritato.